Scroll Top
Via Matteotti, 55 21050 Porto Ceresio (VA)
La sordità improvvisa
La sordità improvvisa
La sordità improvvisa
Se avete un abbassamento repentino dell’udito in un orecchio o in entrambi NON ASPETTATE, fatevi visitare entro breve tempo dallo specialista.
L’ipoacusia improvvisa è una condizione medica che colpisce l’orecchio interno e si manifesta come una rapida perdita dell’udito. Questa condizione può insorgere in modo improvviso, senza alcun segnale premonitore, e colpisce circa 1 persona su 5000 ogni anno.
L’ipoacusia improvvisa, per essere tale, è di tipo percettivo, ovvero coinvolge l’apparato neurosensoriale dell’orecchio, composto dalla coclea, dal nervo acustico e dai centri acustici cerebrali. Questa condizione può essere caratterizzata da un esordio repentino con una perdita dell’udito che può evolvere verso la totale o parziale regressione o assumere un carattere definitivo.
Essa tende a colpire un solo lato dell’orecchio (90% dei casi) e in alcuni casi presenta un andamento fluttuante, ripresentandosi a distanza di tempo. Inoltre, in base alle caratteristiche e alla sede d’azione dell’elemento causale, l’ipoacusia può essere accompagnata da acufeni e vertigini di varia entità.
Le cause dell’ipoacusia improvvisa possono essere diverse e vengono in genere distinte in due categorie: le sintomatiche, di cui è possibile accertare la causa, e le idiopatiche, per le quali non si riesce a giungere ad una causa certa.
Le cause della sintomatica possono essere divise in cause
1. timpaniche,
2. cocleari,
3. retrococleari
4. cerebrali.
1. Le cause timpaniche includono traumi con rottura della finestra rotonda, frattura di staffa e lesione da scoppio con fistola labirintica.
2. Le cause cocleari includono infezioni virali (parotite epidemica, herpes zoster, morbillo, varicella, rosolia, influenza), infezioni batteriche (sifilide, labirintite suppurativa), problemi vascolari (angiopatia diabetica o in corso di insufficienza renale, spasmi o trombosi arteriose, embolia), ototossicità da farmaci (streptomicina, gentamicina), allergie, autoimmune (Sindrome di Cogan) e Sindrome di Meniere.
3. Le cause retrococleari includono neurinoma del nervo acustico, sifilide meningea, tubercolosi meningea e aracnoidite cistica.
4. Le cause cerebrali includono sclerosi multipla, encefalite, meningite e tumori cerebrali.
La diagnosi dell’ipoacusia improvvisa va sempre perseguita studiando a fondo e dettagliatamente il paziente. L’ipoacusia improvvisa è sempre “un sintomo alla ricerca di una diagnosi” ed è compito dello specialista mettere in atto tutti i protocolli d’indagine che il quadro clinico prevede.
L’otoscopia evidenzierà un orecchio normale e l’esame audiometrico e impedenzometrico accerteranno la forma percettiva dell’ipoacusia e la sua sede cocleare o retro-cocleare. Una volta chiarito che si tratta di Ipoacusia Improvvisa, gli accertamenti diagnostici successivi (TAC – RMN – Potenziali Evocati Uditivi – Elettromiografia – Videat Neurologico – Infettivologico – Esami Ematochimici – Ecodoppler dei vasi epiaortici ecc…) porteranno alla diagnosi causale.
La terapia si avvale della somministrazione di steroidi, anche per instillazione endotimpanica, di antiaggreganti piastrinici al fine di fluidificare il sangue e facilitare l’ossigenazione dei tessuti, di diuretici osmotici se si sospetta una Sindrome di Meniere, di farmaci antivirali, polivitaminici, antidislipidemici e, quando le condizioni del paziente lo consentono, della “Ossigenoterapia Iperbarica” che ha lo scopo di ossigenare i tessuti nervosi ischemici, evitandone la necrosi.
La diagnosi tempestiva dell’ipoacusia improvvisa è fondamentale per il recupero, poiché le possibilità di recupero diminuiscono drasticamente dopo le prime 72 ore dall’esordio della sintomatologia.
Anzi si rimarca come perdite improvvise dell’udite immediatamente valutate dallo specialista otorino in un buon 50% dei casi hanno un’evoluzione favorevole.
Pertanto, in caso di improvvisa perdita dell’udito, è importante rivolgersi immediatamente ad uno specialista otorinolaringoiatra per una valutazione accurata e la definizione di un piano diagnostico e terapeutico adeguato. È importante determinare la causa e ottenere un trattamento medico rapidamente in modo da poter minimizzare la perdita dell’udito che si verifica.